CURSA INNOVA

Un mare di innovazione

CURSA partecipa alla nascita del FLAG Lazio Pesca

A cura del dott. Daniele Fappiano

La collaborazione strategica tra il Consorzio per la Conservazione e l’Utilizzo Razionale delle Risorse Ambientali (CURSA) e il FLAG Lazio Pesca, che ha visto CURSA diventare l’unico ente di ricerca nel FLAG nei primi giorni di ottobre 2023, è destinata a rivoluzionare il panorama della blue economy nel cuore della regione Lazio. Questa unione, annunciata in un momento cruciale, promette di svolgere un ruolo chiave nell’implementazione di innovazioni digitali per i sistemi marini e gli operatori nei settori della pesca e dell’acquacoltura.

Un nuovo inizio per il FLAG Lazio Pesca

Il FLAG Lazio Pesca, precedentemente noto come FLAG Lazio Nord, ha recentemente cambiato nome per riflettere la sua visione più ampia che abbraccia non solo le attività legate alla pesca, ma anche questioni cruciali relative all’ambiente marino, alla biodiversità e agli aspetti sociali delle attività economiche legate al mare. La decisione di accogliere CURSA come unico ente di ricerca all’interno del FLAG sottolinea la volontà di affrontare in modo completo le sfide e le opportunità presenti in questo ecosistema marino ricco e complesso.

“Siamo orgogliosi come CURSA di essere entrati a far parte di questa famiglia. Siamo pronti come ente di ricerca a dare il nostro contributo e di porci al servizio delle nuove sfide dell’innovazione a beneficio dei territori, dell’ambiente marino e delle attività di pesca, trovando e attuando le giuste soluzioni nel modo più sinergico e sostenibile possibile” così ha dichiarato il direttore Stefano Banini.

L’innovazione digitale per la tracciabilità e l’Industria 4.0

Uno degli obiettivi chiave di questa partnership è l’applicazione di tecnologie all’avanguardia nel settore marittimo. In particolare, CURSA può offrire al FLAG Lazio Pesca ricerche applicate a un prototipo di Industria 4.0 dedicato alla filiera della pesca, con un focus particolare sulla tracciabilità dei prodotti ittici. Questa iniziativa promette di aumentare la trasparenza lungo la catena di approvvigionamento, migliorando la qualità e la sicurezza dei prodotti ittici destinati ai consumatori.

L’Industria 4.0 rappresenta una svolta epocale, integrando la digitalizzazione in ogni aspetto della produzione e della gestione delle risorse marine. La tracciabilità avanzata non solo migliora la sicurezza alimentare, ma offre anche ai consumatori la possibilità di conoscere l’origine e il percorso dei prodotti ittici. Questa trasparenza non solo garantisce la qualità, ma alimenta anche una maggiore fiducia nei confronti delle attività di pesca e acquacoltura.

Crediti di biodiversità e sostenibilità ambientale

La partnership si distingue anche per l’attenzione dedicata ai crediti di biodiversità, una tematica di crescente importanza nell’ambito della sostenibilità ambientale. Parallelamente ai crediti di carbonio, CURSA e il FLAG Lazio Pesca intendono sviluppare progetti innovativi volti a preservare e valorizzare la biodiversità marina. Questo approccio non solo risponde alle direttive europee e nazionali, ma evidenzia anche il ruolo cruciale della Regione Lazio nell’adottare strategie avanzate per la gestione sostenibile delle risorse marine.

Le iniziative legate ai crediti di biodiversità si inseriscono in un contesto più ampio di conservazione e tutela degli ecosistemi marini. CURSA, con la sua esperienza scientifica e il FLAG Lazio Pesca, con la sua visione sistemica, intendono creare un modello esemplare per la gestione equilibrata tra attività umane e salute dell’ecosistema marino. La valorizzazione della biodiversità non è solo una necessità ambientale, ma anche un investimento a lungo termine nella resilienza degli ecosistemi.

Civitavecchia per il futuro sostenibile del mare

L’invito da parte di Civitavecchia a entrare nell’operazione dell’unico grande FLAG che opererà nel Lazio per il periodo di programmazione 2021-2027 segna un capitolo significativo nella storia di CURSA e del FLAG Lazio Pesca. Civitavecchia diventa il centro operativo per iniziative e progetti destinati a ridefinire il futuro sostenibile dei mari laziali e in generale del mare a tutto tondo. La collaborazione si prefigge di coinvolgere attivamente la comunità locale, garantendo che le iniziative siano radicate nelle esigenze e nelle aspettative della popolazione.

Civitavecchia, con la sua posizione strategica e la sua storia legata al mare, diventa un laboratorio vivente per l’implementazione di soluzioni innovative. CURSA e il FLAG Lazio Pesca intendono sostenere questa città portuale in un esempio luminoso di come la blue economy possa coesistere in armonia con l’ambiente circostante. L’approccio collaborativo e partecipativo coinvolgerà pescatori, operatori locali, istituzioni e cittadini nella co-creazione di un futuro sostenibile.

Un’opportunità per la crescita della Blue Economy

La partnership tra CURSA e il FLAG Lazio Pesca non solo rappresenta un passo avanti significativo per la biodiversità marina e la blue economy nel contesto della Regione Lazio, ma offre anche un’opportunità unica per la crescita sostenibile dell’intera economia locale. Le sinergie tra competenze scientifiche avanzate, il coinvolgimento attivo della comunità e l’applicazione di soluzioni digitali innovative creano un ambiente fertile per la generazione di nuove opportunità economiche.

Il focus sull’innovazione digitale non si limita alla tracciabilità e all’Industria 4.0. CURSA e il FLAG Lazio Pesca intendono esplorare ulteriori ambiti, come l’applicazione delle tecnologie emergenti per la gestione delle risorse marine, la valutazione e la mitigazione degli impatti ambientali delle attività marittime, e lo sviluppo di strategie per affrontare le sfide future. L’obiettivo è creare un ecosistema economico dinamico, in cui la tecnologia supporta la sostenibilità e l’innovazione è il motore di un progresso armonioso.

L’impegno continuo per la sostenibilità

In conclusione, la partnership tra CURSA e il FLAG Lazio Pesca si erge come una testimonianza dell’impegno congiunto per la sostenibilità e la conservazione dei mari laziali. Oltre a rispondere alle sfide attuali, la collaborazione guarda al futuro, offrendo una prospettiva chiara per un’economia marina prospera, sostenibile e attenta all’ambiente. In un mondo in rapido cambiamento, questa unione si pone come un faro di speranza, dimostrando che la collaborazione strategica e l’innovazione possono plasmare un futuro più luminoso per le risorse marine, per le comunità locali e per l’intero ecosistema marino.

Share This