Rete DNA


La Rete DNA (Didattica nazionale per l’ambiente) è l’acronimo di un progetto pilota che il CURSA ha proposto al ministero dell’Ambiente, con l’obiettivo di promuovere la formazione permanente delle risorse umane, coinvolte – culturalmente o professionalmente – nelle problematiche della gestione sostenibile dell’ambiente, della conservazione e valorizzazione risorse naturali, dei temi dei cambiamenti “globali” che interessano la società e influenzano le dinamiche dello sviluppo sostenibile. Particolare attenzione viene posta allo sviluppo delle capacità per la conservazione della biodiversità e per la  gestione delle aree protette, intese queste come “modello” per l’applicazione pratica dei principi dello sviluppo sostenibile in contesti territoriali particolarmente fragili e pregiati.

La Rete DNA vuole coinvolgere, da un lato il mondo accademico, dall’altro quello delle istituzioni a diverso titolo responsabili della gestione dell’ambiente, per la creazione di una nuova alleanza culturale e operativa, al fine di rispondere all’esigenza inderogabile di una politica per la formazione permanente delle risorse umane per l’ambiente, per la sostenibilità, capaci di affrontare le nuove sfide della globalizzazione e gestire gli impatti sull’ambiente e sulle risorse causati dei cambiamenti climatici.

La Rete DNA, per la dimensione globale delle politiche di sostenibilità e dei temi da affrontare, è aperta anche allo scenario europeo e internazionale, alla collaborazione e allo scambio di esperienze e buone pratiche con università, agenzie e organizzazioni particolarmente esperte, o coinvolte, o responsabili della gestione dell’ambiente, della biodiversità, di aree naturali, di aree protette.


La Rete DNA si articola in nodi sparsi sul territorio nazionale, ciascuno dei quali è collegato con il CURSA o con una delle università che aderiscono alla Rete, per il riconoscimento accademico delle iniziative didattiche e di formazione realizzate e per eventuale inserimento delle materie e dei corsi nei curricula accademici.

Iniziative prioritarie della Rete DNA

  • Formazione dei formatori (tutor d’aula, assistenti alla progettazione e alla didattica)
  • Formazione per la Gestione e il marketing territoriale dei World Heritage Sites dell’UNESCO
  • Master di I e II  livello in Politiche economiche per la sostenibilità ambientale
  • Master di I e II livello per la Gestione e conservazione delle risorse naturali negli scenari dei cambiamenti globali
  • Master di I e II livello in Governance delle aree naturali protette
  • Master di I e II livello in Interpretazione ambientale
  • Master I livello in Educazione e comunicazione per la biodiversità
  • Master II livello in Gestione e monitoraggio della biodiversità
  • Seminari di aggiornamento professionale

Progetti didattici

  • Bioblitz 2012
    Sabato 27 e domenica 28 ottobre 2012 l'Italia ha avuto il suo primo appuntamento nazionale, organizzato dalla Provincia di Roma con il supporto operativo di CURSA e del Comitato Nazionale BioBlitz Italia presso il Parco Naturale di Nomentum
  • Campagna di sensibilizzazione sulle energie rinnovabili - Parco Regionale Monti Simbruini
    Campagna di promozione e sensibilizzazione e laboratorio didattico sulle energie rinnovabili e il risparmio energetico presso il centro visite di Monte Livata del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini
  • Piccole Guide sulle piste dell'Appennino
    Il progetto nazionale di educazione ambientale Piccole guide sulle piste dell'Appennino ha coinvolto le scuole di Calabria e Basilicata in un percorso teorico e pratico di esplorazione della biodiversità e dei valori dei parchi, delle aree protette e del proprio territorio in generale.

 

 

Biodiversità Clima ed energia Sviluppo sostenibile Pianificazione Agricoltura Gestione integrata