La metodologia MEVAP e l'efficacia di gestione dei Parchi Regionali toscani


Federparchi e Regione Toscana, in collaborazione con il CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socio-economica e per l’Ambiente), hanno sperimentato per la prima volta l’applicazione della metodologia MEVAP (Monitoring and Evaluation of Protected Areas) ai parchi regionali del proprio territorio.

La metodologia MEVAP è la prima a essere riconosciuta per l’Italia a livello internazionale (World Database IUCN-WCPA) ed è stata applicata in passato in via sperimentale al Parco nazionale del Gran Paradiso, al Parco nazionale del Circeo, al Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e degli Alburni e, in una versione semplificata, a tutti i parchi nazionali italiani.

In periodo di spending review della Pubblica Amministrazione, l’applicazione di un metodo di valutazione dell’efficacia di gestione rappresenta un prezioso contributo al quadro complessivo di sintesi dello stato delle aree protette funzionale alla verifica di corrispondenza degli obiettivi della “mission” istituzionale.
La flessibilità della metodologia adottata, derivata dalla struttura del Modello Analitico e dalla natura degli indicatori, è risultata essere uno strumento di indagine versatile che consente una sua applicazione in diversi contesti di aree protette. I risultati, che saranno resi pubblici prossimamente, permetteranno di dotare i gestori delle aree protette di uno strumento di misura e controllo a supporto delle diverse attività e, d’altra parte, forniranno agli uffici regionali preposti un quadro compiuto per realizzare le verifiche di efficacia e di efficienza di gestione delle aree protette.

L’obiettivo principale è quello di agevolare la convergenza delle attività e degli impegni dei gestori dei Parchi con le linee di indirizzo e gli obiettivi strategici relativi agli aspetti ambientali, economici, sociali e di governance, con la finalità generale di procedere verso un miglioramento delle performance operative da parte dei soggetti gestori.


 

 

Biodiversità Clima ed energia Sviluppo sostenibile Pianificazione Agricoltura Gestione integrata