'MAKING GOOD NATURA': un progetto Life per la valutazione dei Servizi Ecosistemici


logo LIFE

Al via il Life+ 'Making Good Natura': il primo progetto che intende fornire strumenti di gestione e autofinanziamento delle aree protette attraverso la valutazione delle risorse naturali in Italia

La Commissione Europea ha approvato a luglio 2012 il finanziamento di 202 nuovi progetti nel quadro del programma LIFE+, il fondo per l'ambiente dell’Unione Europea a favore di azioni innovative e di migliori politiche e pratiche per rafforzare la tutela della natura, migliorare l'ambiente e affrontare i cambiamenti climatici.
Nel quadro dell’ultimo invito a presentare proposte, dai 27 Stati membri sono pervenute oltre mille richieste, di cui 202 selezionate per un cofinanziamento nell’ambito delle tre componenti del programma LIFE+ Natura e biodiversità - Politica e governance ambientali - Informazione e comunicazione.

kick-off meeting Life MGN - 2/10/12Tra i progetti italiani approvati figura 'Making Good Natura' presentato dal CURSA, che prende il via in concomitanza con l’apertura dei lavori dell’undicesima Conferenza delle Parti della Convenzione sulla Biodiversità (dall’8 al 19 ottobre in India). Un progetto unico nel suo genere, che si pone l’obiettivo di contrastare la vulnerabilità degli ecosistemi fornendo strumenti efficaci di gestione e autofinanziamento in base alla valutazione qualitativa e quantitativa dei Servizi Ecosistemici.

L’iniziativa coinvolge alcune aree naturali (siti della Rete Natura 2000) d’interesse comunitario di ben sei Regioni del nostro paese: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Marche, Lombardia e Sicilia.

I servizi ecosistemici possono essere intesi come i beni pubblici naturali, che sono alla base di molti dei servizi fondamentali da cui dipendono le nostre società: la disponibilità di acqua potabile, la fertilità del suolo, l’approvvigionamento di cibo, l'assorbimento di carbonio e l'impollinazione delle colture, la regolazione delle inondazioni, della siccità ma anche i benefici ricreativi, spirituali, religiosi ed altri benefici non materiali. Come definito dal Millennium Ecosistem Assessment, i servizi ecosistemici sono: "i benefici che le persone ottengono dall'ecosistema".

Il progetto verrà realizzato con il supporto Life della Commissione Europea da un gruppo di lavoro formato dal Consorzio universitario CURSA, capofila del progetto, l’Accademia Europea di Bolzano EURAC, il WWF Italia, il WWF Ricerche e Progetti, il Parco Nazionale del Pollino, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello, La Regione Sicilia e la Regione Lombardia, l’Ente per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste della Lombardia ERSAF, il Ministero dell’Ambiente e Il Ministero delle Politiche Agricole. Il progetto è cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma Life.

Gli obiettivi

Il Life + MGN si pone l’obiettivo di attribuire un valore quantitativo in termini biofisici ad alcuni servizi, mettendo in seguito a disposizione degli amministratori dei siti Natura 2000 uno strumento basato su tecnologie WebGIS per la gestione dei dati territoriali.
L’obiettivo quindi è di attribuire un valore e più in generale di quantificare i benefici forniti da quei servizi ecosistemici che - a differenza del turismo e dei servizi ricreativi - sono fuori dal mercato, come gli habitat per le specie selvatiche, la conservazione del suolo, l'impollinazione, la purificazione dell’acqua.

Il progetto cercherà successivamente di inserire in tale bilancio – e questo è il lato più innovativo del progetto – meccanismi normativi ed economici per la remunerazione degli stakeholder che proteggono i servizi ecosistemici.
Il Life + MGN vuole applicare un modello di governance che si basa sull’individuazione di metodologie partecipative che implementino il pagamento per i servizi ecosistemici (PES) e di forme di autofinanziamento (per esempio permessi negoziabili, tasse per l’utilizzazione dei servizi, Verified Emission Reduction per l’assorbimento di CO2, attività commerciali, donazioni, etc.) utili ai gestori dei siti per ovviare alla scarsità di risorse per la conservazione della biodiversità.

Scarica il comunicato stampa (8/10/12) - PDF

INFO
lifemgncomunicazione@cursa.it
Cell. 340 0620316
Sito web: www.lifemgn-serviziecosistemici.eu


 

 

Biodiversità Clima ed energia Sviluppo sostenibile Pianificazione Agricoltura Gestione integrata